I vigneti si trovano in collina ad un'altitudine di 220 m slm con esposizione sud-ovest. La loro ubicazione tra mare e montagna garantisce anche nei mesi più caldi una buona areazione. Il microclima particolare e la cura rivolta a tutte le operazioni colturali garantiscono ai vigneti il massimo equilibrio vegeto-produttivo e la migliore espressione qualitativa delle uve.

Il terreno è argilloso e calcareo in superficie mentre negli strati più profondi predominano sabbia e calcare conchilifero. Dove c'è l'esigenza utilizziamo concime organico e sovescio. Tra i filari viene utilizzato l'inerbimento spontaneo. La pulizia del sottofila viene effettuata meccanicamente senza diserbanti. Per proteggere le viti da malattie e parassiti adoperiamo prodotti approvati per la viticoltura biologica. Con i preparati e le tisane dell'agricoltura biodinamica sosteniamo la salute delle viti e del suolo.

Il Montepulciano è la varietà autoctona più presente in azienda. Inoltre è stato impiantato del Sagrantino, del Merlot e del Syrah. La forma di allevamento è a cordone speronato et in parte ad alberello et a guyot.

L'elevata densità dell'impianto (6000 viti/ha) e l'utilizzo dei portainnesti poco vigorosi permettono di raggiungere un' alta qualità delle uve. La corta potatura invernale, la scacchiatura dei germogli ed un forte diradamento dei grappoli che limita la resa ad una media di 1Kg/vite contribuiscono a questo obbiettivo. La vendemmia manuale, preceduta da continui controlli gustativi ed analitici, inizia solo quando le uve raggiungono la piena maturità. Le migliori uve delle parti più vocate del vigneto sono selezionate per i vini in purezza.